Ricordando Alex Langer

Il 3 luglio 1995 muore, suicida, Alex Langer, costruttore di ponti e tra i padri dell’ecologia e del pacifismo.
Alexander Langer, chiamato da tutti più semplicemente Alex è stato una delle personalità chiave del movimento ecopacifista europeo, ricercando nel corso di tutta la sua vita di costruire un percorso comune fra sinistra, fede, pacifismo ed ecologia. Fu fra i fondatori dei Verdi italiani e ricercò fortemente la costruzione di un dialogo interetnico non solo nell’Europa dopo il crollo del muro di Berlino.
Alex,a chi gli chiedeva donde venisse rispondeva più o meno così: «È sempre complicato spiegare da dove vengo. “Ma allora sei italiano o tedesco?” Nessuna delle bandiere che svettano davanti a ostelli o campeggi è la mia. Non ne sento la mancanza. In compenso riesco, con il tedesco e l’italiano, a parlare e a capire nell’arco che va dalla Danimarca alla Sicilia».
Figlio di un ebreo non praticante di origine viennese e di un’italiana, venne appellato come “costruttore di ponti” per il suo impegno a superare ogni nazionalismo pure conservando le identità di ognuno: «sul mio ponte – spiegava – si transita in entrambe le direzioni, e sono contento di poter contribuire a far circolare idee e persone».
Decise di morire il 3 luglio del 1995.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome