Una matita dal cuore verde per le mamme

matite che fioriscono festa mamma

In cerca di idee regalo green & e particolari per le mamme e non solo?

 Inventata da un gruppo di studenti del Massachusetts Institute of Technology e lanciata dalla start up danese Sprout, è l’unica matita piantabile al mondo. Sostenibile e biodegradabile al 100%, è disponibile in versione limitata con messaggi d’amore ideali da rivolgere alle mamme di tutto il mondo

Il Covid-19 sta cambiando la nostra vita quotidiana, impedendo a molti di inconstrarsi. Anche se siamo costretti a cambiare le nostre abitudini, perchè non approfittare della festa della Mamma per festeggiarla, esprimendole tutto il nostro amore in maniera originale e aiutando nel contempo l’ambiente?

Come? Ad esempio, regalandole una bel mazzo di fiori…a matita! Oppure con lo speciale pacchetto SPREAD THE LOVE5 matite personalizzate con scritte che ringraziano, celebrano e incoraggiano le mamme!

La matita Sprout è l’unica al mondo che si può piantare dopo averla utilizzata. Quando il mozziccone di matita diventa troppo corto per scriverci o colorare si può semplicemente piantare a testa in giù e nel giro di poco tornerà a nuova vita facendo crescere erbe aromatiche, verdure e fiori. Un’idea regalo insomma che restituisce e ritorna al pianeta terra perchè non produce rifiuti ed è sostenibile al 100%. 

Le matite hanno in punta una capsule di semi – almeno 4 e tutti no OGM – che si dissolve nella terra. Si può scegliere tra 10 diverse varianti come basilico, timo, coriandolo, girasole, pomodori, margherite e non-ti-scordar-di-me.  

Una matita che lotta contro la plastica

Le matite Sprout sono fatte di legno proveniente da produzioni sostenibili, grafite e argilla. Sono biodegradabili al 100% e non contengono plastica, piombo o altre sostanze chimiche o tossiche. Ogni giorno nel mondo vengono prodotte 135 milioni di penne in plastica e la matita piantabile Sprout può essere un’alternativa originale per aiutare a sostituire tutta questa plastica.  

L’azienda che l’ha creata e la sua missione

L’azienda che sta dietro alla matita è Sprout world, una start up con sede a Copenhagen. Fondata nel 2013 dall’imprenditore danese Michael Stausholm, ha assunto la missione di stimolare il maggior numero di persone a tenere comportamenti più sostenibili nella quotidianità. Sprout vorrebbe che pensassero: se posso piantare un mozzicone di matita invece di buttarlo via, cosa altro posso fare per lasciare un impatto positive per il pianeta? L’idea iniziale è arrivata da un gruppo di student del MIT di Boston inventori della matita con i semi. Di lì a poco Stausholm acquista diritti e brevetti dagli studenti e lancia la matita. 

Un potenziale di 14 milioni di nuove piante nate dal riciclo senza diventare rifiuto in oltre 60 Paesi

Da allora Sprout ha venduto oltre 14 milioni di matite, il che vuol dire 14 milioni di nuove piante potenziali, nate da quello che sarebbe diventato rifiuto. Le matite Sprout sono diventate famose in più di 60 Paesi e l’Italia è uno dei maggiori mercati mondiali.

Per acquistarle cliccate qui

FONTE: COMUNICATO STAMPA