Green jobs, chimica verde, economia circolare. Se ne parla a Roma il 25 marzo

Continua il percorso di formazione rivolto a giornalisti e comunicatori ambientali: dopo “La comunicazione del rischio”, si prosegue con “#Greenjobs, le professioni di oggi e domani”, il secondo dei tre eventi realizzati a Roma da FIMA – Federazione Italiana Media Ambientali in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente.

Il corso, moderato da Alessandro Farruggia del “Quotidiano nazionale”, si terrà lunedì 25 marzo dalle 9.30 alle 13.30 presso l’auditorium del ministero (via Capitan Bavastro 174, Roma)
Quali sono le imprese italiane che stanno facendo la rivoluzione verde? Quanti sono i professionisti che hanno fatto della sostenibilità la chiave del loro successo? A queste e ad altre domande risponderà l’appuntamento, che è aperto a tutti ed è stato approvato dall’Ordine dei Giornalisti: ai giornalisti saranno dunque riconosciuti 4 crediti formativi (iscrizione tramite piattaforma S.i.ge.f: https://sigef-odg.lansystems.it/Sigefodg/ ).

Due le sessioni del corso “Le opportunità, i numeri, gli strumenti di orientamento” e “Le testimonianze di chi lavora nel settore dei green jobs”.
Alla prima interverranno Alessandro Rinaldi di Unioncamere, coordinatore del rapporto “GreenItaly”, e Marco Gisotti, giornalista e autore della “Guida ai green jobs”.
Alla seconda Letizia Palmisano, giornalista ambientale, Francesco Belcastro di Fire (Federazione italiana per l’uso razionale dell’energia), Chiara Tonelli, professore associato di tecnologia dell’architettura all’università Roma Tre, e Daniela Riganelli, consulente di Novamont.

“Prosegue il lavoro di FIMA per la formazione continua dei giornalisti. Parleremo di Green jobs. Oggi quasi tre milioni di persone in Italia hanno un lavoro verde e circa il 60% della nuova forza lavoro è green. Ma cosa sono i lavori verdi? Perché rappresentano la parte più sana delle imprese italiane? A queste domande risponderemo con esperti e testimonianze durante il corso” ricorda Roberto Giovannini, presidente della FIMA, federazione italiana dei media ambientali.

“La comunicazione e la corretta informazione su questi temi è una priorità non più rinviabile” aggiunge Marco Gisotti, referente FIMA per la formazione e autore dei volumi Guidai Green Jobs.

Prossimi appuntamenti con la formazione FIMA:
– il 3 aprile presso Enea: “Le nuove frontiere dell’energia: la fusione e le rinnovabili hi-tech”
– il 15 aprile presso il Ministero dell’ambiente: “Ambiente, cultura, e spettacolo”
– il 16 aprile presso l’Orto botanico di Roma: “Qualità dell’acqua: tra sostenibilità, sicurezza e disinformazione”, con un focus sull’arsenico.

COMUNICATO STAMPA FIMA