Torna “Magnalonga in bicicletta”, la pedalata enogastronomica dedicata al cibo di qualità e alle due ruote

0
2

Il 21 maggio si terrà la dodicesima edizione di Magnalonga in Bicicletta, l’iniziativa di Legambiente Mondi Possibili, Associazione di Promozione Sociale Tavola Rotonda e Fiab Roma NaturAmici realizzata in collaborazione con Legambiente Lazio e Legambiente Onlus, Velolove e UISP Roma. La partenza sarà dal Piazzale di Porta Pia, grazie alla disponibilità del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili (MIMS). 

Magnalonga in Bicicletta 2022

Quest’anno la manifestazione sarà dedicata al Grande Raccordo Anulare delle Biciclette (GRAB) e all’importanza delle Zone 30 in città e intende coniugare la riscoperta della socialità, dopo due anni di pandemia, al piacere di vivere le due ruote in sicurezza. 

Per questo il percorso di circa 20 km della Magnalonga, che varia a ogni edizione, sarà intervallato da tappe di degustazione, durante le quali il gruppo dei 450 partecipanti (400 iscritti e 50 tra volontari, giornalisti e partner) sosterà per assaggiare prodotti de La Nuova Arca, cooperativa sociale che lavora con persone in condizione di fragilità, ma anche per assistere a performance musicali e laboratori e per conoscere realtà associative romane. 

Quali tappe sono previste

Cinque le tappe previste: da Porta Pia, dove la partenza è prevista per le 14.30, il cordone di ciclisti, accompagnato dalla polizia municipale di Roma Capitale, si dirigerà verso Villa Ada e, a seguire, presso Villa Borghese e Museo MAXXI dove è previsto un approfondimento sulla mobilità romana con l’incontro dedicato “Tra rigenerazione urbana e mobilità sostenibile”, per tornare a Porta Pia per un’ultima degustazione intorno alle 19.00.

Nata nel 2009 con l’obiettivo di promuovere l’utilizzo della bicicletta in città, la Magnalonga in bicicletta, giunta alla dodicesima edizione, si è affermata come evento in grado di conciliare cibo e mobilità sostenibile. 

L’evento, quest’anno, è sostenuto dall’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi, Unicoop Tirreno e AzzeroCO2.

La manifestazione si avvale inoltre della collaborazione con VeloLove che ne ha realizzato le t-shirt ufficiali in collaborazione con Art-Shirt, l’Agenzia Commerciale e Marketing Il Simposio, la Scuola di lingua italiana per stranieri Tinadue, il centro di educazione ambientale Il Casone – Valle dell’Aniene, Dea Nocciola, l’Officina bici Aniene di Eco-friendly, Lazzaretti, Reware e RomAltruista. Il cordone sarà accompagnato dalla Croce Rossa Italiana Comitato Municipi 2-3 di Roma con un servizio in bicicletta.

Bentornata Magnalonga, l’appuntamento ormai classico a Roma del nostro circolo Mondi Possibili grazie al quale centinaia di biciclette e ciclisti coloreranno le strade e racconteranno quella mobilità sostenibile che le due ruote sanno mostrare al meglio – dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazioe si pedalerà in una importante porzione del GRAB, tra Villa Ada, Villa Borghese e poi lungo Via Guido Reni, unendo così una giornata in sella, di festa e degustazioni, alla voglia di veder realizzata la più bella ciclovia del mondo, per ora solo virtuale, con la quale rendere migliore la Capitale”. 

Costruire iniziative di partecipazione legate alla mobilità sostenibile è di fondamentale importanza per facilitare il cambiamento nella nostra città” – aggiunge Roberta Miracapillo Presidente del Circolo Legambiente Mondi Possibili – “Le infrastrutture per la ciclabilità e pedonabilità sono  da fare bene e velocemente e devono essere accompagnate da percorsi di condivisione”. 

La campagna europea #NOTMYTAXONOMY

Magnalonga aderisce inoltre alla campagna europea #NOTMYTAXONOMY, mobilitazione co-organizzata da Legambiente per bloccare il progetto europeo sulla tassonomia verde nata per ribadire che gas e nucleare non possono e non devono essere considerate energie verdi. 

In tutta Europa, infatti, sabato 21 maggio diverse realtà ecologiste ed associazioni scenderanno in piazza nei pressi delle sedi delle istituzioni europee per manifestare contro questa scelta scellerata che ci allontana dalla giusta transizione ecologica verso le fonti rinnovabili.

Nei prossimi mesi il Parlamento Europeo sarà chiamato ad approvare il progetto di Tassonomia Verde in cui gas fossile e nucleare sono inseriti come investimenti sostenibili, equiparandoli alle energie rinnovabili. Una grande operazione di greenwashing dietro cui si nasconde un gravissimo attacco alle vere fonti pulite.

Fonte: comunicato stampa
Foto: pixabay