Ambiente: dal 25 febbraio al ministero i corsi di formazione continua per giornalisti In collaborazione con la Fima. Si inizia con “La comunicazione del rischio”

Partono lunedì 25 febbraio i corsi di formazione professionale continua per giornalisti organizzati dal ministero dell’Ambiente in collaborazione con la Fima (Federazione italiana media ambientali). Riconosciuti dall’Ordine dei giornalisti, sono validi per il conseguimento dei crediti. “La comunicazione del rischio” è il titolo del primo corso, che si svolgerà dalle 9.30 alle 13.30 all’auditorium del ministero (via Capitan Bavastro 174, Roma).

Interverranno: Riccardo Iacona, conduttore di “Presa diretta” (Raitre); Mario Tozzi, primo ricercatore Cnr, geologo e divulgatore scientifico; Toni Mira, giornalista di “Avvenire”; Giancarlo Sturloni, giornalista e saggista, autore de “La comunicazione del rischio per la salute e l’ambiente”; Pierfrancesco Demilito, capo ufficio stampa Protezione civile; Marco Talluri, direttore “Arpatnews” e coordinatore della comunicazione e informazione Snpa; Cosimo Nicastro, capo ufficio stampa relazioni esterne della Guardia Costiera; Corrado Carrubba, commissario Ilva; Stefano Martello, giornalista, co-curatore del libro “Call to Action per una comunicazione responsabile nei disastri naturali. Verso la carta di Rieti”.

Introduce il giornalista e divulgatore Marco Gisotti, delegato alla formazione della Fima. Modera il capo ufficio stampa del Cnr, Marco Ferrazzoli.

I corsi successivi saranno sui green jobs, in marzo, e su ambiente, cultura e spettacolo, in aprile.

Per iscriversi, basta registrarsi sulla piattaforma S.I.Ge.F. dell’Ordine dei giornalisti, sulla quale sono pubblicati i dettagli dell’evento: https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/

FONTE: COMUNICATO STAMPA MINISTERO DELL’AMBIENTE