A San Valentino fai un regalo speciale: adotta Giulietta e Romeo, la coppia di tartarughe marine accidentalmente catturate, curate e poi rimesse in libertà insieme

Anche l’amore a distanza può essere molto concreto:con una piccola donazione puoi contribuire alla salvaguardia delle tartarughe marine e regalare a chi ami un simbolo di tenacia e libertà

Come Giulietta e Romeo, ma con un finale allegro e festoso. Non potevamo battezzare diversamente le due tartarughe marine catturate accidentalmente, durante una battuta di pesca a strascico nel nord del Gargano, lo scorso novembre. Insieme nel mare e nella rete che le ha catturate, insieme nelle vasche del Centro di recupero di Manfredonia dove sono state curate, insieme di nuovo nelle acque antistanti il Parco Nazionale del Gargano quando sono state rimesse in libertà, poco prima di Natale.

Giulietta, esemplare femmina di circa 25 anni, aveva una ferita sulla zampa posteriore destra e lo stomaco intasato, come il suo compagno Romeo (un maschio leggermente più giovane), da numerosi frammenti di shopper di plastica. Durante le tre settimane di ricovero entrambe le tartarughe hanno potuto espellere i rifiuti ingeriti e tornare in completa salute, tanto da poter ritornare felicemente in mare.

Giulietta e Romeo hanno avuto fortuna. I pescatori che le avevano accidentalmente catturate le hanno consegnate al Centro di recupero delle tartarughe marine di Manfredonia, dove gli esperti e i volontari di Legambiente hanno potuto visitarle, curarle adeguatamente e riaccompagnarle in mare. E tutto ciò, grazie al contributo di quanti hanno già adottato simbolicamente le tartarughe marine scegliendo sul sito di Tartalove tra il kit digitale con foto e certificato di adozione o  l’opzione pacco regalo speciale – con oggetti e gioielli creati con materiali di recupero dalle artigiane Alessandra Mancini, Michela Monaco, Elisabetta Isman e marina Santaniello – oppure con l’acquisto  di  t-shirt e felpe con grafica Tartalove nello store su Worth Wearing (https://worthwearing.org/apparel).

Perché le tartarughe marine non hanno vita facile. Questi longevi e affascinanti abitanti del mare sono spesso vittima di incidenti di pesca o del traffico marittimo, dell’inquinamento o dell’incuria sui nostri affollati litorali. Per questo Tartalove, attraverso l’adozione simbolica degli esemplari curati nei centri gestiti da Legambiente, sostiene i costi delle cure e le prestazioni dei veterinari, le spese vive dei centri, l’acquisto dei macchinari necessari e la formazione dei volontari che sorvegliano i nidi sulle spiagge.

Quest’anno a San Valentino fai un regalo speciale: adotta Giulietta e Romeo o una delle numerose tartarughe che sono state curate nei centri di Legambiente e augura alla persona che ami un futuro radioso come quello che desideriamo per le tartarughe che tornano in mare aperto.


Adotta subito su www.tartalove.it

COMUNICATO STAMPA LEGAMBIENTE