Alperia Startup Factory, aperta la call per idee innovative nel campo della green economy e delle energie rinnovabili

La Alperia Startup Factory, che partirà con il prossimo Innovation Camp di Bolzano del 10 e 11 dicembre, si rivolge a startup, Pmi innovative, progetti di ricerca universitari e giovani talenti con soluzioni vincenti pronte ad affrontare la fase di prototipazione e i successivi test sul mercato.

Vi interessa? Per inoltrare la propria candidatura sarà sufficiente inviare applicazione con apposito formulario sul sito dedicato entro il termine ultimo del 5 novembre 2018. I progetti considerati più interessanti saranno chiamati poi a sostenere un’intervista online, con pitch di presentazione davanti a una commissione composta da un team di esperti di settore e top manager Alperia che approfondirà sviluppi della tecnologia, modello di business e possibilità di impiego sul mercato. I candidati che avranno superato questa ulteriore selezione verranno, quindi, invitati alla due giorni di workshop e meeting dell’Innovation Camp di Bolzano (10 e 11 dicembre) da cui usciranno, dopo un percorso di accelerazione e sviluppo del prototipo, i team che firmeranno la cooperazione progettuale con il più importante fornitore di servizi energetici in Alto Adige.

Alperia Startup Factory si rivolge non solo a soluzioni e servizi pensati per il settore dell’energia ma anche alle idee in grado di modernizzare con successo uno dei seguenti campi di applicazione:

  • Smart Mobility: con soluzioni di business innovative che spaziano dalle auto elettriche alle colonnine energetiche e ai nuovi sistemi di ricarica.
  • Smart Home&Building Automation: progetti per la termovalorizzazione e la gestione automatizzata, anche da remoto, di edifici pubblici e privati.
  • Public Lighting: soluzioni innovative e tecnologicamente avanzate per la gestione dell’illuminazione negli spazi pubblici con costi ridotti e un maggiore risparmio energetico.
  • Hydropower: sistemi di analisi e monitoraggio predittivo applicati in campo idroelettrico, per evitare possibili perdite e dispersioni di energia.
  • Call-center Optimization: chatbot e piattaforme AI pensate per ottimizzare l’interazione tra clienti e operatori migliorando così la customer experience finale.

I progetti che entreranno a far parte della Alperia Startup Factory verranno sostenuti con un budget che coprirà le spese previste per prototipazione e test di mercato ma potranno anche aver accesso all’importante network di conoscenze, risorse e know-how del gruppo. Ogni fase del percorso di accelerazione verrà seguita con una specifica azione di mentoring e sarà sottoposta a periodici incontri di confronto sui principali aspetti e possibili criticità di ciascun progetto. Il programma di sviluppo è rivolto a tutti quei soggetti, attivi nel mondo dell’innovazione e indipendentemente dalla loro natura giuridica, che faranno pervenire la propria candidatura sul sito internet di Alperia entro il termine ultimo del 5 novembre 2018.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il core business di Alperia spazia dall’energia idroelettrica, con la gestione di 40 impianti sul territorio altoatesino e una rete distributiva di quasi 9 mila km a teleriscaldamento, fotovoltaico, vendita di energia ed e-mobility attraverso oltre 50 stazioni di ricarica pubbliche per auto elettriche. Traguardi raggiunti grazie a un approccio open innovation che promuove la ricerca, sia all’interno che all’esterno dell’azienda, e che lo scorso anno ha portato a investire oltre 1,5 milioni di euro in progetti innovativi. Ma anche grazie a una intensa attività di collaborazione con alcune delle più importanti eccellenze accademiche e tecnologiche italiane, tra cui la Libera Università di Bolzano, il Politecnico di Milano e il NOI Techpark dell’Alto Adige.

Dopo aver contribuito a trasformare il territorio altoatesino in una delle aree europee più “smart” per densità di stazioni di ricarica e surplus di energia rinnovabile, ora Alperia punta a promuovere e sviluppare nuove soluzioni rivoluzionarie per il settore energetico e non solo. Con l’obiettivo di diffondere, grazie al know-how e al network di conoscenze fin qui sviluppate, il modello Smart Region che ha avuto successo in Alto Adige anche nelle altre regioni italiane.

FONTE: COMUNICATO STAMPA ALPERIA