Alla scoperta dell’infiorata di Genzano

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Dal 9 all’11 giugno a Genzano, in provincia di Roma, vi è una delle manifestazioni più amate e suggestive: l’Infiorata. Per chi già la ama e per chi ancora non la conosce, abbiamo intervistato Daniele Lorenzon, il sindaco del bellissimo comune

– chi decide i disegni? Vi è un tema per ogni anno?

L’Infiorata è una manifestazione che impegna il Comune quasi 12 mesi l’anno: non si fa in tempo a terminare un’edizione che la macchina amministrativa si mette subito in moto per quella successiva.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ogni anno viene fatto un avviso pubblico per la selezione dei bozzetti che saranno poi realizzati in occasione della manifestazione. Tutti gli elaborati pervenuti vengono esaminati da un’apposita Commissione giudicatrice presieduta dal Sindaco e composta da 6 membri: tre garanti istituzionali e tre personalità con competenze artistiche e culturali, esperti in arti figurative e tecnici con comprovata esperienza di opere infiorate nominati dal Sindaco.

Il tema dell’Infiorata cambia ogni anno e viene deciso dall’Amministrazione. Quest’anno si è scelto di celebrare l’importante traguardo dei 240 anni permettendo ai realizzatori dei quadri infiorati di seguire la propria creatività artistica nel rispetto della tradizione. Dai qui il titolo: L’Infiorata di Genzano di Roma: 240 anni di storia, arte e tradizione.

– Che tipo di fiori sono?

I protagonisti dell’Infiorata sono i fiori, che una volta raccolti e ‘spelluccati’ vengono posti a terra con tecniche che affondano le proprie radici nella storia ma che si rinnovano attraverso l’espressione della creatività dei Maestri Infioratori.

Tutto il materiale utilizzato proviene rigorosamente dal mondo vegetale: oltre al garofano – fiore predominante dell’Infiorata – troviamo anche: ginestra, sausa, finocchiella, seme di pino, crisantemo, corteccia di pino, nero vite, granturco, riso, salvia, peperoncino, grano, soia, bucce di pinoli, origano, nero caffè, crusca, nero pigna. Un lungo elenco di petali, foglie, terre e cortecce dalle infinite sfumature, necessario per una raffigurazione che sia il più possibile fedele a ciò che si intende riprodurre, dalle forme geometriche ai motivi decorativi, dalle figure umane agli oggetti, dagli animali ai paesaggi.

– Ci sono “trucchi” per evitare che i petali si rovinino subito?

I fiori una volta arrivati vengono ‘spelluccati’ – ossia si separano i petali dalle corolle – e poi divisi per colore e conservati in cassette che vengono custodite nelle grotte sotterranee del Palazzo comunale. Le grotte sono un luogo di conservazione ottimale perché raggiungono la giusta temperatura per mantenere intatti fiori ed essenze vegetali fino al giorno dell’Infiorata.

– Finita la festa che fine fanno? 

L’Infiorata si conclude con lo ‘spallamento’, quando i bambini correndo dalla scalinata della Chiesa di Santa Maria della Cima disfano i quadri infiorati.

Crediamo molto nella raccolta differenziata e ci impegniamo per la gestione dei rifiuti basata sulle 5 R: riduzione in un’ottica di prevenzione del problema, riutilizzo, riparazione dei beni, riciclo dei materiali, rispetto per l’ambiente. Riusare e riutilizzare i rifiuti contribuisce a restituirci e conservare un ambiente naturale più ricco. La raccolta differenziata è un grande risparmio di energia: gettare via qualcosa significa, infatti, gettar via anche l’energia consumata per produrla. Inoltre, produrre oggetti con materiali di recupero richiede meno energia che produrli utilizzando materie prime. Foglie e fiori sono materiali organici e come tali trattati.

PROGRAMMA

Sabato 9 giugno

Ore 7:30 – Cortile del Palazzo comunale

“Spelluccamento” dei fiori

Ore 10:30 – Auditorium dell’Infiorata, piazza Don Fabrizi

XXII Concorso di Poesie dedicato a Mario dell’Arco – a cura del centro culturale “Giuseppe Gioacchino Belli”

Ore 17:30 – Corso Gramsci

Esibizione “Danze dal mondo. Tra Oriente e Occidente” – a cura dell’associazione culturale Yasmin

Ore 18:00 – Auditorium dell’Infiorata, piazza Don Fabrizi

Concerto della Corale polifonica “Gli Armonici” diretta dal maestro Davide Straface

Ore 18:30 – Parrocchia Ss.ma Trinità

Celebrazione Eucaristica e preghiera dedicata ai Maestri Infioratori

Ore 19:00 – Sala delle Armi, Palazzo Sforza Cesarini

Concerto della Schola Cantorum “Giacomo Puccini” diretta dalla maestra Rosa Loiodice Di Nunno

Ore 20:30 – Sala delle Armi, Palazzo Sforza Cesarini

Concerto musicale – a cura della scuola di musica “Giuseppe Piermaria”, dell’associazione “Diapason e dintorni” e del Complesso Bandistico Città di Genzano  “Cav. Mario Mecheri”

Proiezione filmato “La rivoluzione culturale” – a cura del centro di formazione Original Group Onlus

Ore 21:00 – Via Italo Belardi (già via Livia)

Inizio posa dei petali sul selciato per le realizzazione delle opere infiorate

Ore 21:00 – Piazza Tommaso Frasconi

Sfilata di moda “Sotto il cielo di Genzano” – a cura dello stilista Filippo Lafontana

Domenica 10 giugno

Ore 6:00 – Via Italo Belardi (già via Livia)

Posa degli ultimi petali per il completamento delle opere

Dalle ore 9:00 – Corso Don Minzoni

Esibizione di ballo “C’era una volta” e trucca bimbi – a cura della Scuola di Danza Divertissment

Ore 10:00 – Parrocchia Ss.ma Trinità

Realizzazione di un quadro infiorato

Dalle ore 10:00 – Piazza Tommaso Frasconi

Esposizione di auto e uniformi d’epoca e gazebo con attività dimostrative della Polizia Scientifica

Dalle ore 10:00 – Piazza Tommaso Frasconi

Laboratori creativi per bambini a tema ‘fiori’ e trucca bimbi – a cura dell’associazione SolEventi

Dalle ore 10:00 – Via Fratelli Rosselli

Esposizione di autovetture d’epoca – a cura dell’associazione SS Lazio Automobilismo

Ore 10:30 – Piazza Tommaso Frasconi

Arrampicata e percorsi dinamici per i più piccoli – a cura dell’associazione IRCoT

Ore 11:00 – Sala delle Armi, Palazzo Sforza Cesarini

Saluto istituzionale del Sindaco Daniele Lorenzon e a seguire inaugurazione della Mostra dell’artista ospite dell’Infiorata, Veronica Montanino

Ore 11:00 – Via Italo Belardi (già via Livia)

Passeggiata in costume a cura del gruppo “Periodettes in viaggio”

Dalle ore 11:00 – Corso Gramsci

Esibizione “Danze dal mondo. Tra Oriente e Occidente” a cura dell’associazione culturale Yasmin

Ore 12:00 – Piazzale Sforza Cesarini

Esibizione della Fanfara della Polizia di Stato, a seguire arrampicata sulla facciata del Palazzo con srotolamento della bandiera tricolore – a cura dell’associazione IRCoT

Ore 12:00 – Via Italo Belardi (già via Livia)

Ultimazione della Tradizionale Infiorata

Ore 16:00 – Piazza Tommaso Frasconi

Esibizione dei Cinofili e degli artificieri della Polizia di Stato

Ore 16:00 – Auditorium dell’Infiorata, piazza Don Fabrizi

Spettacolo ‘Sbulliamo la scena, new edition’ – a cura dei ragazzi dell’I.I.S.S. “Pertini”

Ore 17:30 – Piazza Don Fabrizi

Concerto del Complesso Bandistico Città di Genzano  “Cav. Mario Mecheri” diretto dal maestro Mario Fermante e dell’associazione “Diapason e dintorni” diretta dalla maestra Lucia Bonfiglio

Ore 18:30 – Parrocchia SS.ma Trinità

Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta dal Vescovo Monsignor Marcello Semeraro e a seguire Processione del Corpus Domini sulla Tradizionale Infiorata e sulle vie cittadine

Ore 21:30 – Parco dell’Olmata, viale Vittorio Veneto

Festival dell’Infiorata di Genzano – a cura di Opus Nova Production

Lunedì 11 giugno

Ore 17:00 – Piazza Tommaso Frasconi

Consegna attestati di partecipazione ai Maestri Infioratori

Ore 18:00 – Vie cittadine e sull’Infiorata

“A ritroso nel paese dell’Infiorata”, sfilata storica in costume – a cura dell’associazione culturale “Folklandia”

Ore 18:30 – Vie cittadine e sull’Infiorata

Concerto del Complesso Bandistico Città di Genzano  “Cav. Mario Mecheri” diretto dal maestro Mario Fermante

Ore 19:00 – Via Italo Belardi (già via Livia)

Cerimonia dello “Spallamento dell’Infiorata” da parte dei bambini

Da non perdere:

Nei tre giorni di festa sarà possibile ammirare dal terrazzo del Palazzo comunale l’immenso tappeto infiorato di circa 2.000 metri quadrati.

Il Museo dell’Infiorata ospita una mostra di artisti, pittori e scultori – a cura delle associazioni “Ostrakon”, “Imparare è facile”, “Pegason” e dell’artista Michele Fascianelli.

Sabato 9 e domenica 10 giugno a corso Garibaldi e via Cesare Battisti mercatini di artigianato – a cura dell’associazione SolEventi.

 

INTERVISTA A CURA DI LETIZIA PALMISANO GIORNALISTA AMBIENTALE