Greenpeace a Roma premia gli eroi urbani: tutti voi (e noi) che decidiamo di lasciare l’auto a casa!

Ringraziare e premiare simbolicamente chi, scegliendo di muoversi a piedi, in bici, con il trasporto pubblico locale o la mobilità condivisa elettrica aiuta a decongestionare le strade dal traffico veicolare. È questa l’iniziativa portata avanti oggi dai volontari di Greenpeace in 19 città italiane, per porre l’accento sulla necessità di una vera rivoluzione che coinvolga gli spazi urbani in cui viviamo, all’insegna della mobilità sostenibile e dell’abbattimento dei livelli di inquinamento che attanagliano le nostre città.

Anche a Roma, a Piazza Vittorio Emanuele, i volontari dell’organizzazione hanno consegnato coccarde premio a cicilisti, pedoni e utenti dei mezzi pubblici o condivisi: gli “urban heroes” di tutti i giorni.

«Già oggi nelle nostre città vivono, a volte ‘inconsapevoli’, dei semplici, ordinari, quotidiani “eroi” della mobilità: persone che si spostano usando solo i mezzi pubblici, la bicicletta, il car sharing elettrico, o semplicemente andando a piedi. A volte lo fanno tra molte difficoltà, ma la loro pratica e il loro esempio sono il miglior viatico per cambiare presto le nostre città. A tutti loro va il nostro “grazie”», dichiara Andrea Boraschi, responsabile della campagna Trasporti di Greenpeace.

L’IPCC prevede che, al 2050, la popolazione mondiale sarà di 10 miliardi di persone, e due terzi di queste risiederanno in grandi centri urbani. Secondo Greenpeace, la grande sfida della mobilità sostenibile sarà consentire alle persone di muoversi senza impatti negativi sulla loro salute e quella del Pianeta.