Il 2017 è l’anno dell’approvazione definitiva del pacchetto europeo sull’economia circolare. Se ne parla al Forum Rifiuti.

economia circolare riutilizzo dei rifiuti

L’Italia, negli anni ‘90, era conosciuta a livello internazionale come il Paese delle emergenze rifiuti. Oggi, in molte parti d’Italia abbiamo imparato da quegli errori e possiamo vantare numerose esperienze di successo praticate da Comuni, società pubbliche o miste e imprese private che fanno del nostro Paese la culla della nascente economia circolare europea. Sebbene però l’Italia possa puntare ad essere leader del settore, vi sono ancora alcuni ostacoli da superare.
Come rileva Legambiente “il paradosso è che nel momento in cui questa prospettiva è diventata finalmente concreta e competitiva ci si trova di fronte a barriere non tecnologiche, a volte insormontabili, a causa di una legislazione confusa e contraddittoria, o per inadeguatezza delle istituzioni centrali o locali. Questo vale, ad esempio, per le norme sulle materie prime seconde, sul cosiddetto end of waste, sulla semplificazione delle procedure autorizzative per promuovere il riciclo del raccolto in modo differenziato”.
A questi temi è dedicato il Forum Rifiuti 2017 organizzato da Legambiente, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club, in partenariato con CONOU (Consozio Nazionale per la Gestione, Raccolta e Trattamento degli Oli Minerali Usati), vede protagoniste le migliori esperienze del settore e analizza i casi concreti di ostacolo allo sviluppo dell’economia circolare made in Italy.
Il Forum si svolgerà a Roma dal 20 al 22 giugno. Qui per tutti i dettagli e il programma.